Luca Zambrelli :: Weblog :: Marketing Profetico - Attentare l'advertising! la presentazione di Marzio Bonferroni al Club Milan In in occasione del Presenta te stesso del 5 giugno - n.09/2007

June 12, 2007

 


Marketing Profetico - Attentare l'advertising! la presentazione di Marzio Bonferroni al Club Milan In in occasione del Presenta te stesso del 5 giugno - n.09/2007

Io: "Buonasera Bonferroni, il piacere è mio! ben trovato."

Lui: "Buonasera!? sarà una bellissima serata, si sente nell'aria. Intanto mi dia del 'tu'."

Io: "Grazie per aver accettato di partecipare..."

Così ho conosciuto Marzio. Non sapevo nulla di lui aldifuori di quello che avevo letto in occasione dell'evento che ci attendeva in Milan In. Qualcuno mi aveva avvertito con qualche anticipazione del tipo "... ma tua sai chi avrete come ospite? un PERSONAGGIO della comunicazione!... non dirmi che non lo conosci?" ed io "no non lo conosco, ma non credo possa essere significativo il fatto che io non ne abbia sentito parlare.". Per me non conoscere persone del calibro di Marzio non è un'offesa personale od un attacco alle mie competenze professionali. Il marketing non è la mia professione, tantomeno la comunicazione. Entrambe rappresentano per me una passione che coltivo personalmente ricercando nelle loro forme passate e presenti il metodo per fare business.

Torniamo a Marzio partendo da come lui si è voluto presentare "l'attentatore culturale del settore dell'advertising classico, con le sue teorie sulla pubblicità necessaria, ma non più sufficiente a generare relazione misurabile e fidelizzazione con i diversi stakeholder.".

La carriera di Marzio Bonferroni è ricca di successi ottenuti negli anni sacrificando le convenzionalità e ricercando nella verità il significato di fare comunicazione efficace e di successo. Non si tratta per Marzio di essere anticonformisti. Il suo metodo di interpretare la strategia di comunicazione si è basato sempre sulla proposta di innovazioni creative e "incoscienti" in controtendenza con le tradizioni e le "abitudini" di un mercato, l'advertising, immobile. Tra pubblicazioni, comunicazioni di successo, idee innovative e corsi universitari, Marzio ha costruito la sua cultura di comunicatore e le sue idee gli hanno fatto guadagnare il termine di "attentatore culturale". Sicuramente sentendolo parlare della sua professione si percepisce che in lui è viva e forte la propensione a fare consulenza più che del vendere. Ed un buon consulente prima di tutto deve fare l'interesse del proprio cliente esercitando la sua professione stabilendo obiettivi da raggiungere nel rispetto delle regole del gioco. Ad un consulente spesso si chiede di decidere per conto di qualcuno. Ad un consulente si chiede di ragionare partendo da visioni esterne, libere dalle costrizioni aziendaliste ed alternative alle strategie aziendali. Marzio Bonferroni nella sua carriera si è occupato di proporre decisioni e soluzioni innovative nell'advertising, stravolgendo a volte le regole del gioco ma raggiungendo gli obiettivi prefissati.

Mentre parlava, leggevo tra le frasi la parola PASSIONE. Come la benzina per un motore, la passione di Marzio per il suo lavoro gli ha permesso di guardare oltre a tal punto da creare una visione del fare comunicazione di tipo multicreativa. Nelle sue affermazioni ho trovato quello che in una persona come me è stato stimolo per vedere con molto senso critico l'advertising. Privo di iniziative degne di essere considerate. Debole e con manager che non vogliono rischiare. Dal mio piccolo e modesto osservatorio osservando l'advertising outdoor dei media e degli editori lo vedo vecchio, fermo e ancorato alle tradizioni. Sentendo parlare Marzio ho capito che le cose stanno proprio così. L'advertising è in un momento cupo, nel quale si sta dando troppo spazio al "populismo comunicativo" a scapito della fantasia e della creatività emozionale. Cambiare oggi significa correre dei rischi. Probabilmente i grandi media non sentono l'esigenza di modificare la loro strategia. I piccoli ci provano, ma sono schiacciati e non riescono ad emergere con le loro idee. Sono le solite situazioni del mercato, le idee buone spesso vivono nelle piccole realtà e le grandi le comprano a caro prezzo. Il problema è che queste piccole realtà vanno alimentate ed aiutate nella prima fase, quella in cui si crea facendo laboratorio, ricerca e sviluppo.

Ma torniamo all'argomento del post. L'advertising oggi è sufficiente? sfrutta a fondo la situazione sociale attuale? è efficace? dico di no anche se le situazioni stanno mutando e l'advertising si sta integrando con altre forme di pubblicità e di comunicazione, cercando altrove la sua evoluzione. Marzio lo dice da tempo, e sembrerebbe che solo da poco qualcuno gli stia dando retta. Perchè è importante, come dice lui, misurare la Human Satisfaction riprendendo il contatto con l'uomo. Tutto deve tornare ad avere un contatto di reciproco scambio con l'uomo, inteso come consumatore e utilizzatore. Tutto deve orientarsi alla teoria two-way. Dare e ricevere. Equilibrando i valori, consapevoli che l'uomo oggi è al centro del sistema e da solo si è guadagnato questa posizione e se vogliamo comunicare con lui, prima di tutto dobbiamo rapportarci al suo essere, al suo profilo. Il cliente oggi è una figura intelligente, consapevole e ragionatrice. Esiste ancora l'acquisto di impulso, ricco di emozioni concentrate in un breve istante. Ma sempre più sta prendendo spazio quello che io definisco l'acquisto emozionale-ragionato, nel quale si vivono moltissime emozioni da tutti i punti di vista in più tempo. Dalla ricerca del risparmio alla configurazione del prodotto, dalla scelta del negozio alla ricerca dei dettagli commerciali. Ragionato perchè si cercano informazioni che diano valore alla scelta del prodotto. E oggi internet permette ad un consumatore di trovare informazioni di ogni tipo di qualsiasi prodotto presente sul mercato. In una società come la nostra che produce e cerca notizie e informazioni di qualunque genere, l'advertising ha la necessità di ritrovare un ruolo che dia maggiore valore aggiunto all'esperienza di acquisto.

Nel frattempo se volete approfondire il tema potete acquistare il libro scritto da Marzio dal titolo "La nuova comunicazione di marketing" edito da Tecniche Nuove, presto disponibile per i soci di Milan In a condizioni di maggiore favore.

Qualcuno è già avanti, o come dice un amico è davanti.

Keywords: human satisfaction, luca zambrelli, marketing, marketing di prossimità, marketing profetico, marzio bonferroni, proximity, tecniche nuove, two-way, web 2.0, web2.0, comunicazione

Posted by luca.zambrelli at 10:20 | |

Please, logon first if you are a member
Or use your facebook account soon!

Add a comment

Your comment text
Your name
 

Send this message to a friend

The information provided will not be collected any used for any other purpose but just to send your message.
Name of your friend: 
E-mail of your friend: *
 
Your Name: 
Comments:  
   

 
Profile Owner
Luca Zambrelli
Luca Zambrelli’s Profile
Luca Zambrelli’s Homepage

(RSS)

Business Club Milan IN ads

Files

File Storage (1 file)
(RSS)


 
Copyright © 2004-2005 ELGG
Copyright © 2005-2009 Business Club Milan IN
http://www.milanin.com - via Conca del Naviglio, 18 - 20129 Milano - CF 97413780152 - info@milanin.com