Luca Zambrelli :: Weblog :: Marketing Profetico - Evento Sharemedia "Web Tv: l'audiovisivo ha voglia di interattività" presentato da Carlo Massarini in collaborazione con Doubleworld - n.05/2007

April 22, 2007

 


Marketing Profetico - Evento Sharemedia "Web Tv: l'audiovisivo ha voglia di interattività" presentato da Carlo Massarini in collaborazione con Doubleworld - n.05/2007

Stavolta niente pillole, i piedi sono rimasti a terra presso l'Auditorium del Centro Congressi Assolombarda in Via Pantano, 9 per partecipare ad un nuovo appuntamento.

 

Da qualche mese, forse ho perso il conto, è quasi un anno che mi guardo intorno in attesa del tour americano che mi attende tra agosto e settembre e tutto ciò che parla di audio e video digitale funge in me da richiamo della foresta.

 

Si tratta di un deja-vue, ogni volta torno ai miei primi lavori e alle mie prime esperienze professionali quando sognavo con gli occhi immobili osservando lo schermo della mia workstation grafica (Intergraph). Come se fossimo stanchi di leggere e come se i nostri sensi, parlo dell'udito e della vista, si fossero destati di colpo, oggi siamo assetati di video! e ovviamente di audio. Forza di youtube e dell'ipod.

 

Allora eccomi qua pronto a partecipare ad un nuovo appuntamento in cui parleranno di "Web Tv: l'audiovisivo ha voglia di interattività".

 

Il percorso di questo evento prevedeva gli interventi di:

    • Renato Parascandolo, Assistente del Direttore Generale, RAI
    • Matteo Mille, Direttore Divisione Server Tool, Microsoft Italia
    • Fulvia Fazio, Responsabile Comunicazione Interna e Web Content, Enel
    • Luigi Conti, Direttore Divisione Internet, Editoriale Domus
    • Andrea Maffini, Direttore Generale, Unicity
    • Michele Ficara, Presidente e Fondatore di Assodigitale
    • Marco Canella, Interactive Manager di Publicis Dialog

 

Innanzitutto, cos'e' la web-tv?
Guardiamoci intorno! internet oggi "porta nella sua rete" quel bellissimo e dannatissimo mondo che per anni è stato il focolaio di molte famiglie, la tv. Aggiungiamoci poi le tecnologie, la necessità di comunicare sempre e ovunque, la "ferocia" del marketing che cerca di opprimerti offrendoti sempre qualcosa. Ed eccoci arrivati qui. Alla iptv, alla business television, al digital signage e al marketing di prossimità e indoor/outdoor.

 

Mediolanum già a fine anni '80 possedeva una tv interna che comunicava ai propri dipendenti. Avevano già una Business Television, ossia un canale TV interno all'azienda che si occupava di dare informazioni in qualsiasi forma (telegiornale, comunicati audio/video, interviste spot, ...) ai dipendenti. Tutto trasmesso rigorosamente in circuito chiuso e accessibile solo attraverso i tv-color distribuiti nelle direzioni centrali e nelle filiali.

 

Oggi tutti coloro che si occupano di comunicazione si pongono nuovi interrogativi intorno ai quali scatenare analisi e scenari: quali linguaggi adottare? e come collocarli partendo dal contenuto, dal supporto o dal target? come sostenere gli investimenti? che modello di business adottare? come e se interagire con il fruitore?

 

Queste sono solo alcune delle domande che hanno dato poi origine alle riflessioni del convegno. In generale si è percepito ancora una volta il senso di novità che pone la mente dell'uomo in acuta osservazione degli eventi passati e presenti per disegnare il futuro. E come per tutte le novità, marketing e comunicazione trascinano nuovi paradigmi cercando di imporre linguaggi e definizioni prima di altri.

 

Andando al cuore degli argomenti, sono rimasto colpito positivamente dalle seguenti affermazioni:
1. in passato si sono sviluppati molti contenuti monomediali... - oggi il contenuto è unico per tutti i supporti ed i canali...
2. concetto di youtube = jukebox = modello "sistema telefonico" (infrastruttura fornita dall'operatore telefonico e contenuti forniti dall'utente)
3. in forma metafisica la RAI in 50 anni di lavoro ha creato la più grande comunità ma non ha saputo oggi ricollocarsi nei nuovi media e sfruttare questo patrimonio
4. gli editori oggi devono ricollocare la propria attenzione verso i nuovi media riaffermando l'autorevolezza dei propri contenuti rispetto il dilagarsi di nuove forme di informazione online (blog, forum, video amatoriali, ...)
5. il modello di business ruota ancora una volta intorno la pubblicità

 

Vi lascio soli a riflettere, come ho fatto io, su queste 5 affermazioni aggiungendo che il problema VERO e CONCRETO al quale tutti gli operatori stanno cercando di dare una risposta è "come ricollare la propria identità nel mercato rispetto contenuti, tecnologia, linguaggi e supporti/canali" lasciando di DIRITTO il cliente al centro del sistema. Parlo di DIRITTO perchè stavolta ce lo siamo guadagnati questo ruolo grazie alla libertà che il sistema internet ci ha fornito. Provate a togliercelo e troverete le risposte alle vostre domande. Perchè quello che ci ha spinto lì e ciò che dovrete capire per recuperare la vostra identità!

 

Passo e chiudo, lasciandovi soli a riflettere.
Ringrazio tutti ed in particolare Doubleworld ed il suo Amministratore Delegato Alfonso Isotta per l'invito.

 

Alla prossima, "il modello di business ruoterà ancora una volta intorno la pubblicità?".

 

Keywords: alfonso isotta, business television, carlo massarini, digital signage, doubleworld, iptv, luca zambrelli, marketing, marketing di prossimita, marketing profetico, michele ficara, rai, renato parascandolo, sharemedia, webtv, btv

Posted by luca.zambrelli at 13:39 | |


Comments

  1. Ero presente anche io a questo convegno.
    Intanto ringrazio Alfonso Isotta per l'invito e per avermi dato la possibilità di conoscere uno dei miei miti: Carlo Massarini (vi dice niente "mediamente"...?)

    Del sistema di Sharemedia, rispetto ad altre soluzioni di web tv, ho molto apprezzato la qualità dell'immagine (testata anche dal mio ufficio con ottimi risultati) e la presenza di un palinsesto. Infatti, pur rimanendo la possibilità per l'utente di scegliere cosa guardare, credo che sia importante dare alle persone un percorso ragionato. Da questo punto di vista concordo pienamente con quanto ha detto Luigi Conti di Edidomus: il ruolo dell'editore come aggregatore di contenuti e garante della loro veridicità non scomparirà mai...semplicemente si evolverà per utilizzare i nuovi media.

    Posted by Alfonso Mariniello on Monday, April 23rd, 2007 at 08:45

  2. Ho trovato in rete un interessante spazio gestito da Lele Dainesi in cui c'e' un animato e interessante scambio di commenti sull'evento (http://www.leledainesi.com/archives/2007/04/17/webtv-macche-tv-business/). Avremo tanto da dire sulla web-tv! e non solo...

    Posted by Luca Zambrelli on Tuesday, April 24th, 2007 at 11:03

  3. ho incrociato questo blog interessante solo oggi.
    mi permetto solo di segnale un piccolo errore riguardo Mediolanum:
    la tv aziendale era attiva dalla fine degli anni 80 , ovvero un decennio prima di quanto scritto.
    credo che in termini di visione del fenomeno sia un parametro significativo

    Posted by francesco de angelis ( Anonymous )/82.104.111.151 on Monday, July 23rd, 2007 at 10:29

  4. Grazie Francesco per la segnalazione... provvederò ad aggiornare il contenuto del blog vista l'importanza che è sicuramente degna di nota.

    Tornando al fenomeno e andando oltre, non per il solo fatto che il post risalga a qualche mese fa, Business Television, che in taluni casi (come quelli sopra citati escludendo la RAI) denominerei Corporate Television, oggi è il paradigma attraverso cui si cerca di fare informazione e di fare trasferimento di valori quasi come se le persone, talmente assuefatte dallo strumento televisivo, non prestino attenzione sufficiente ad altro. Eppure oggi la comunicazione è multi-canale, ecc...!!!

    Posted by Luca Zambrelli on Monday, July 23rd, 2007 at 12:18

Please, logon first if you are a member
Or use your facebook account soon!

Add a comment

Your comment text
Your name
 

Send this message to a friend

The information provided will not be collected any used for any other purpose but just to send your message.
Name of your friend: 
E-mail of your friend: *
 
Your Name: 
Comments:  
   

 
Profile Owner
Luca Zambrelli
Luca Zambrelli’s Profile
Luca Zambrelli’s Homepage

(RSS)

Business Club Milan IN ads

Files

File Storage (1 file)
(RSS)


 
Copyright © 2004-2005 ELGG
Copyright © 2005-2009 Business Club Milan IN
http://www.milanin.com - via Conca del Naviglio, 18 - 20129 Milano - CF 97413780152 - info@milanin.com